Cos’è la Mindfulness

Scritto da Elisa Romeo

31 Maggio 2021

…e come può migliorare la tua giornata da subito

Senti parlare di mindfulness continuamente ma non hai ancora capito cosa significa e di cosa si tratta? Questo articolo è per te!

Parleremo di:

  • Cosa significa il termine mindfulness

  • Dove nasce la mindfulness

  • Come si pratica la midfulness

  • Inizia subito a praticare la mindfulness

Cosa significa ‘mindfulness’

Letteralmente vuol dire ‘consapevolezza’, quindi parlare di pratiche mindfulness o ‘di consapevolezza’ è assolutamente la stessa cosa.

Il termine inglese nasce dal tentativo di traduzione del termine Sati, che in lingua Pali indica proprio questa consapevolezza.

Ma consapevolezza di cosa?

Essenzialmente di quello che c’è qui e ora. Si tratta di un’attenzione consapevole e intenzionale, volta all’osservazione – piuttosto che al giudizio – di ciò che stai facendo in questo momento: respirando, pensando, muovendoti, leggendo questo articolo….

Dove nasce la mindfulness

La mindfulness è considerata il cuore della pratica buddhista; la presenza mentale, o attenzione consapevole, è il settimo pilastro del Nobile Ottuplice Sentiero per raggiungere l’illuminazione.

Questa pratica è stata poi diffusa in Occidente nel secolo scorso principalmente da Jon Kabat-Zinn: biologo e scrittore, ideatore del famoso metodo MBSR (Riduzione dello stress attraverso l’attenta consapevolezza), e da Thich Nhat Hanh: monaco buddhista, leader spirituale e attivista per la pace.

Infatti, non serve affatto essere buddhisti o praticanti di una religione particolare per allenare la presenza mentale e ricavarne i molti benefici per la salute fisica, mentale ed emotiva.

Come si pratica la Mindfulness

Ci sono molti modi per avvicinarsi alle pratiche di consapevolezza; il più semplice ed immediato è quello di fermarti un momento proprio ora, facendo un bel respiro profondo e ascoltando il rumore dell’aria che entra e che esce, magari chiudendo gli occhi (puoi proseguire la lettura tra un istante).

Ripeti a piacere, magari cercando di rendere ogni respiro un po’ più profondo e rilassato di quello precedente.

Sei tornata? Com’è andata?

Come ti senti ora?

Se vuoi approfondire la pratica della respirazione consapevole, puoi leggere (o ascoltare) qui e qui.

Anche prendersi un momento per ascoltarsi è una pratica mindfulness: significa infatti portare intenzionalmente l’attenzione su qualche cosa in particolare, interno o esterno a noi.

Ad esempio, puoi concentrarti sulle sensazioni corporee che stai provando, o sui pensieri che emergono alla coscienza; oppure, osservare le lancette di un orologio, la fiamma di una candela… e quando ti accorgi del fatto che i pensieri ti hanno trasportato lontano da ciò che stavi osservando, osserva anche loro e poi lasciali andare, tornando con l’attenzione dove vuoi che stia.
In questo modo ci alleniamo ad essere più presenti durante la giornata, per riuscire a rispondere agli eventi in modo consapevole e non ritrovarci in balia di reazioni emotive e automatiche – che ci trascinano spesso in circoli viziosi sempre più difficili da scardinare!

Inizia subito a praticare la mindfulness

Se vuoi cominciare subito con la tua prima settimana di mindfulness, iscriviti alla newsletter compilando questo form, e avrai subito accesso al corso gratuito Mindful Week!

Ti potrebbero anche interessare…

0 Commenti

Hai domande o commenti? Scrivimi qui sotto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Share This